Vai alla pagina 1Vai alla pagina 0123Vai alla pagina 2Vai alla pagina 3
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
Visto lo spunto di Desperados vorrei condividere le mie valutazioni su strumenti di e-commerce

In passato, diciamo almeno 4 anni fa ho realizzato un sito di vendita di prodotti alimentari con osCommerce
Molto interessante, ma oggi risulta essere MOLTO limitato e difficile da gestire.
Altri clienti a volte mi prospettano l'esigenza di avere uno strumento di vendita con carrello ecc.

Ero alla ricerca di uno strumento che mi permettesse di realizzare questo.
Per scegliere tale strumento avevo valutato le estensioni di TL

Ne esistono due, da quello che mi risulta:
1- Isotope che è in una versione ancora non utilizzabile
2- Webshop che invece viene già distribuito
Quest'ultimo però è solo in lingua tedesca, se non ricordo male non c'è nemmeno la traduzione in inglese e la Business Edition costa 600€ :(
Avevo provato a chiedere con i realizzatori di WebShop, se in cambio della traduzione in italiano era possibile avere uno sconto... ma non ho avuto risposta particolare.
Di buono è che è integrato con TL

Se si opta per un componente di TL abbiamo la flessibilità di uno strumento che conosciamo già.

Al di fuori di TL conosco per fama Magento, ma non l'ho mai usato.
Recentemente ho scoperto esistere CS-Cart oppure PrestaShop

Il primo è un prodotto proprietario, ma la licenza costa solo 285$ e se fa quello che promette, sembra interessante.
Il secondo è open source, se non erro, ma alcuni moduli un poco più evoluti sono a pagamento

Non mi dispiaceva l'idea di avere un modulo e-commerce integrato in TL...

Chi ha esperienze diverse?!
[L'ultima modifica di PaoloB, 30/03/2010 20:53]
Paolo B.
paolob@contaocms.it
30/03/2010 20:52
Avatar
desperados
Post: 274
visto che sono stato chiamato in causa, descrivo meglio la mia esperienza

da un paio d'anni uso osCommerce, ho usato sia la versione "ufficiale" che quella di http://www.magnino.net/, un utente italiano che si era messo a convertire tutto in moduli + css compliant + accessibilità
purtroppo però ha interrotto lo sviluppo ad agosto 2008, e comunque sviluppava su una piattaforma "morta" o comunque con molti problemi
in entrambi i casi comunque metterci le mani è un disastro, ci sono un sacco di errori e warning, la gestione dei template grafici è complessa, i moduli non sai mai se funzionano o meno, se sono aggiornati, se sono tradotti, ecc.

alternativa potrebbe essere zencart (credo che oscommerce e zencart provengano dallo stesso progetto), ma non l'ho mai provato e anche se probabilmente è più aggiornato e mantenuto non credo che a livello di codice sia tanto meglio (forse perchè appunto ha radini in comune con osC). Chi l'ha usato mi ha detto che è un casino anche zencart, ma almeno è aggironato e probabilmente non contiene errori, è solo difficile da metterci le mani.

ho letto molto bene in internet di Magento, ma l'avevo provato ancora 1-2 anni fa', non ricordo, e mi pareva al tempo incompleto: mancavano sistemi di pagamento e altre features. Oggi forse è il più maturo dei 3, comunque la versione gratuita credo manchi di parecchie cose.

Oggi come oggi ho deciso di riprendere in mano la questione e rifare una valutazione dei prodotti in circolazione, sicuramente un modulo per TL sarebbe l'ideale.
31/03/2010 12:41
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
icondesperados:
da un paio d'anni uso osCommerce

Condivido la tua opinione e sottolineo che oggi osCommerce non è una scelta intelligente, troppo vecchio.

icondesperados:
alternativa potrebbe essere zencart

Ritengo di no, zencart deriva da osCommerce e se non erro ha gli stessi problemi...

icondesperados:
ho letto molto bene in internet di Magento


Idem, guardato al volo qualche anno fa quando non era ancora maturo.
Però non sapevo dell'esistenza di due versioni... :(

Altre esperienze?
Paolo B.
paolob@contaocms.it
31/03/2010 13:00
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
Aggiungo a questa discussione l'esperienza che sta facendo un frequentatore del forum e ottimo sviluppatore, Angelo.

Sta realizzando un'applicazione di e-commerce e ha optato per CS-Cart.
Anche se con licenza a pagamento, è possibile scaricare questo pacchetto e provarlo :)

Mentre per Prestashop mi viene fatto notare che nella pagina del download vengono riportati questi avvisi
* - PHP 5.2.1 (authentication is impossible)
* - PHP 5.2.6 (authentication is impossible under 64bits servers)
* - PHP 5.2.9 (image management/upload broken)
* - PHP < 5.2 (invalid date timezone)

:(
Paolo B.
paolob@contaocms.it
10/04/2010 13:55
Avatar
Abisem
Post: 211
Ciao,
visto che l'ultimo post risale a un anno fa, cerco di riportare a galla la discussione, dato che proprio in questo periodo dovrei fare un favore a un amico (lavoro a business praticamente nullo) e mettergli in piedi un e-commerce.

Visto che oramai ho deciso di usare Contao, volevo provare Isotope per l'e-commerce, ma vorrei chiedervi se secondo voi è la strada migliore o se è meglio che, finché non ho fatto almeno un paio di lavori con Contao, non sia meglio scegliere una piattaforma come osCommerce, ZenCart o Magento, visto e considerato che lui (che dovrà vendere CD) mi aveva mostrato come esempi due siti realizzati in osCommerce e che gli ho già detto di scegliersi un template grafico su qualche sito tipo Template Monster per non dovermi pesare anche la parte grafica sulle spalle.

Ripeto che, escluso qualche CD come ritorno, lo faccio a titolo gratuito e che quindi mi interessa la soluzione migliore per lui e più veloce per me...

Che ne pensate?
Pluralitas non est ponenda sine necessitate.
26/03/2011 16:07
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
iconAbisem:

Ripeto che, escluso qualche CD come ritorno, lo faccio a titolo gratuito e che quindi mi interessa la soluzione migliore per lui e più veloce per me...


Per quello che riguarda le soluzione di e-commerce in Contao l'estensione isotope è cresciuta. E' anche stata fatta la traduzione in italiano e dovrebbe assolvere alle esigenze di base.

OsCommerce è troppo vecchio come progetto e Zen Cart che ne eredita le basi, dovrebbe essere ad un livello simile.

Un collega sta ultimando un sito con Magento e mi dice che i template sono molto macchinosi.

Io in quest'anno ho lavorato in team con un altra persona su di un progetto basato si Prestashop.
I template non sono male, la logica è buona, ma il multilingua è orribile (come vengono memorizzare le varie localizzazioni)
Il back end è discreto.. ma nulla di paragonabile a Contao.

Se ritieni che Contao sia un buon prodotto e non hai problemi di scadenze proverei ad usare Conato + Isotope.
Il tempo per imparare un'applicazione lo devi spendere... tanto vale farlo su qualcosa in cui credi.
Paolo B.
paolob@contaocms.it
26/03/2011 20:08
Avatar
visionecreativa
Post: 226
Concordo con Paolo, lascia perdere OS Commerce (troppo vecchio)

Magento è buono ma molto complesso.

Ho sentito parlare meglio di Zen Chart che dovrebbe aver provato Zod.

Io ho testato Isotope e Contao ma quando mi dici che devi fare una cosa veloce e gratis forse non è la soluzione migliore. Tieni presente che è ancora in fase di traduzione la versione Italiana...

Qui puoi vedere una demo in Italiano... http://store.visionecreativa.it/

Un consiglio spassionato se il progetto è "a fondo perduto": acquistare un template che installi e lo usi subito di qualche distribuzione pronta.
Altrimenti se vuoi imbarcarli nel progetto di Isotope dovrai investirci un po di tempo ma penso che la soddisfazione sarà molta.

Comunque se posso essere sincero un progetto ecommerce è un progetto molto serio (scelta server, sicurezza dei server, ecommerce affidabile, supporto per acquisti, ecc), il tempo che ci si investe è veramente molto.

Pensa sopratutto se poi il tuo amico/cliente potrebbe avere degli sviluppi importanti per esempio gestione carta credito, gestione magazzino, ecc.

Buon Lavoro
:thumbup:
Maurizio A.
www.visionecreativa.com
www.contaotutorial.com
26/03/2011 20:39
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
Mi permetto di divagare un poco sul tema, se mi permettete.

Sinceramente mi viene da sorridere quando mi chiedono "Vorrei fare un poco di e-commerce"

A mio avviso o lo fai o non lo fai... anche perchè se inizi a vendere on line devi essere in regola con le norme, comunicazioni in comune, ecc. secondo devi gestire tutto quello che comporta la vendita al di fuori dei locali commerciali (vendita x telefono, vendita tramite fax, e-commerce) e per questo intendo la gestione delle garanzie, del diritto di recesso... ecc.

Non è così semplice.... se si vuole lavorare bene...
Paolo B.
paolob@contaocms.it
26/03/2011 21:46
Avatar
Abisem
Post: 211
Avete ragione entrambi, non c'è dubbio che le cose vadano fatte bene o non vadano fatte affatto.
È la filosofia che cerco sempre di seguire io, ma purtroppo, soprattutto nel lavoro, vale spesso di più la mentalità del "fatto più velocemente" che non quella del "fatto bene".

Ad ogni modo l' "ambito di lavoro" di cui stiamo parlando in questo caso specifico è poco più che amatoriale.
Si tratta di una piccola distro / label greca che tratta solo musica underground (metal estremo) e il cui regime di ordini presumo sia 2-3 al mese, attualmente portati avanti con un sito pieno di errori (ma parlo proprio di HTML formattato da <font>, tabelle non chiuse e chi più ne ha più ne metta...), dove vengono semplicemente elencati i titoli disponibili e il loro formato (CD, Vinile o MC) e l'ordine, spedizione e pagamento sono gestiti tutti tramite scambio di email tra lui e l'acquirente. Qualcosa appena superiore al vendere un CD a un amico, insomma.

Conosco bene l'ambiente in questione e il personaggio, e la scelta è indubbiamente per qualcosa che sia semplice, a costo zero, con poco sbattimento e amministrabile con un po' di spiegazione all'utonto.
Pura utopia temo :D
Pluralitas non est ponenda sine necessitate.
27/03/2011 14:21
Avatar
PaoloB
Moderatore
Post: 1550
iconAbisem:
Ad ogni modo l' "ambito di lavoro" di cui stiamo parlando in questo caso specifico è poco più che amatoriale.
Si tratta di una piccola distro / label greca che tratta solo musica underground (metal estremo) e il cui regime di ordini presumo sia 2-3 al mese, attualmente portati avanti con un sito pieno di errori (ma parlo proprio di HTML formattato da <font>, tabelle non chiuse e chi più ne ha più ne metta...), dove vengono semplicemente elencati i titoli disponibili e il loro formato (CD, Vinile o MC) e l'ordine, spedizione e pagamento sono gestiti tutti tramite scambio di email tra lui e l'acquirente. Qualcosa appena superiore al vendere un CD a un amico, insomma.


Grazie mille per le informazioni aggiuntive che ci hai fornito e che non eri tenuto a dare.
Con queste informazioni, direi che la tua valutazione non è errata. Se Contao ti piace e hai voglia di guardarti anche l'estensione Isotope, secondo me potrebbe essere la scelta giusta.

La traduzione in italiano è stata fornita all'ideatore dell'estensione.
Paolo B.
paolob@contaocms.it
27/03/2011 15:51
Avatar
Abisem
Post: 211
Ha voluto ZenCart. L'operazione di installazione e configurazione, fino a ora, è stata semplice.
Vi terrò aggiornati man mano, se vi interessa, su come mi trovo a usarlo e su pregi/difetti.

PaoloB, non ho scelto al momento Isotope perché voglio realizzare almeno 1 sito "normale" con Contao prima di cimentarmici, visto che come dicevi l'e-commerce è, giustamente, una cosa da affrontare con la base giusta.

Ho realizzato alcuni siti con e-commerce annesso da zero in passato, e corretto e messo in attività (e ancora ci metto mano) un grosso e-commerce in ASP (scritto da 0, partendo da <html></html>) usato dal mio datore di lavoro con attualmente quasi 10.000 prodotti, quindi so bene che se la base non è solida il tutto presenta poi grosse falle, esponenzialmente sempre più difficili da correggere. Per questo preferisco prima imparare a utilizzare gli attrezzi messi a disposizione dal CMS "base" e poi gli "extra" :thumbup:
Pluralitas non est ponenda sine necessitate.
27/03/2011 20:34
Avatar
zod
Post: 217
Come accennato da Maurizio ho lavorato sostanzialmente su Zen Cart come e-commerce. E mi sono trovato bene. Non è integrato a Contao, giusto per precisare.

Deriva da OsCommerce ma lo hanno migliorato aggiungendo vari pacchetti. Non è immune da difettucci ma diciamo che ha dalla sua parte una grande community, anni di esperienza e rodaggio. E per software di questa complessità è una cosa da non sottovalutare.
Quindi se volete andare sul sicuro e dormire più o meno tranquilli è il software che risolve la richiesta del cliente e non vi lascia con i guai irrisolti (in caso di emergenza Google di solito risponde). Per dargli forma e potenza dovete magari aggiungere delle estensioni (TinyMCE, Ultimate SEO, ecc...), smanettando tutto è possibile.

Per fare cose molto più cool ci sarebbe Magento, ed è mio intento studiarlo, l'azienda in cui collaboro lo vuole usare quindi sarà da prendere seriamente. Purtroppo la curva di apprendimento di questo è davvero alta.

Con Zen Cart sono stato abbastanza soddisfatto, il templating è dispersivo (ha molti template php per ogni cosa che fa), ma una volta capito ci si orienta ed è facile da taroccare. Il sistema tipo "override", nel senso che ha il suo core, e tu crei la tua cartellina di template senza mai rovinare Zen Cart stesso... un po' come avviene in Contao.

Ho fatto alcuni siti collaborando con l'azienda per cui lavoro (Cardgame-club, Gamevision, Babyboutique, Maremmano...), e con orgoglio posso mostrarvi anche uno store interamente curato da me, su indicazioni grafiche della mia collega Ilaria Paolucci.

http://www.miroeditori.it/

Inoltre lavorandoci ho risolto vari bug, non facili da trovare "googlando".
Ho risolto come farlo andare su Aruba (ma anche in altri server dove ci possano essere restrizioni), come aggiungere il file manager nel Tiny, ecc... potete trovare tutto nel mio sito, ecco gli articoli:

http://www.zod.it/index.php?option=com_search&Itemid=5&searchword=zen+cart&submit=Cerca&searchphrase=exact&ordering=newest
Marco Damian
www.zod.it
30/03/2011 11:05
Avatar
zod
Post: 217
Aggiungo che Isotope è molto migliorato rispetto un anno fa, prima di natale ho anche tentato di usarlo per il progetto Mirò Editori. Però ho avuto dei problemi in stato avanzato dei lavori (pensvo di averlo quasi completato :-/ ):
- un difetto nel checkout, per cui non riuscivo a far lavorare l'ecommerce affinchè fosse localizzato in Italia escludendo altri paesi.
- non gestisce le scorte di magazzino, il che è problematico nei casi in cui il cliente desideri avere indicatori di giacenze, e voglia con precisione mettere le disponibilità ad acquistare o meno i prodotti.

Cmq teniamolo d'occhio. Potrebbero risolvere questi bug.
Marco Damian
www.zod.it
30/03/2011 11:24
Avatar
NixCrowd
Post: 42
Salve ragazzi! Scusate se riuppo questo theard ma mi trovo a dover creare un e-commerce un un sito pre-esistente.

Ho letto e riletto questa discussione e penso di approcciami a questo lavoro con Zencart, che a quanto ho capito è quello più flessibile, completo e soprattutto sicuro:

iconzod:
[...]
Quindi se volete andare sul sicuro e dormire più o meno tranquilli è il software che risolve la richiesta del cliente e non vi lascia con i guai irrisolti (in caso di emergenza Google di solito risponde).
[...]


... e questo è proprio quello che mi interessa!!

Però in molti (su altri forum e in rete in generale) consigliano Prestashop ... volevo appunto chiedervi quali sono state le vostre esperienze(se ne avete avute) e dove avete riscontrato problemi...

iconPaoloB:
Io in quest'anno ho lavorato in team con un altra persona su di un progetto basato si Prestashop.
I template non sono male, la logica è buona, ma il multilingua è orribile (come vengono memorizzare le varie localizzazioni)
Il back end è discreto.. ma nulla di paragonabile a Contao.


paolo, potresti spiegarmi il "come vengono memorizzate le varie localizzazioni" ?!

P.S. Aggiungo che è la prima volta che mi trovo a dover costruire un e-commerce quindi qualunque consiglio/suggerimento è più che ben accetto!! :thumbup:
06/04/2011 16:14
Avatar
paolob
Moderatore
Post: 1550
iconNixCrowd:

paolo, potresti spiegarmi il "come vengono memorizzate le varie localizzazioni" ?!


In realtà ho un esagerato XD
Solo che lavora in un modo che non trovo funzionale...
Comunque anche le traduzioni sono gestibili da back-end, per cui hai uno strumento che ti dice che quell'estensione non ha quelle quella traduzione in italiano e tu la completi.

La cosa orribile è che nei template hai la stringa originale che si presume essere in inglese. Il sistema poi sostituisce quella con quella della lingua in uso.

Per finire... la localizzazione in italiano è pessima...
I pulsanti di conferma hanno l'etichetta "registra" :(
Paolo B.
paolob@contaocms.it
06/04/2011 17:32
Vai alla pagina 1Vai alla pagina 0123Vai alla pagina 2Vai alla pagina 3